Reggio Emilia, agosto 2019.
Genitori in ferie, cassaforte a portata di flessibile, nessun ladro entrato di soppiatto in casa: a far sparire i risparmi della coppia è il figlio. 

Figlio denunciato per Furto aggravato 

Appena letta la notizia di cronaca, abbiamo pensato ad una bravata da adolescenti.
In realtà ad aver smurato, forzato e trafugato la cassaforte di casa è stato il figlio 34enne di un’ignara coppia di coniugi di Poviglio (Reggio Emilia). 
Marito e moglie al ritorno dalle vacanze si sono trovati di fronte una triste sorpresa: spariti i beni più preziosi che avevano premurosamente custodito.
Come da prassi, hanno subito sporto denuncia ai carabinieri, ipotizzando il furto ad opera di una banda di ladri di appartamento. 

Ad insospettire i carabinieri, giunti sul posto per il sopralluogo, è stata l’assenza di segni di effrazione: porte e finestre non presentavano manomissioni. 
Chi aveva aperto la cassaforte doveva essere entrato in casa senza bisogno di sforzare la serratura.
I sospetti sono ricaduti sul figlio 34enne della coppia, denunciato alla magistratura per furto aggravato.

1.600€ in escort e videopoker 

Il contenuto sparito dalla cassaforte ammontava a 1.600€ in denaro e ad alcune monete d’argento. 
Il 34enne, senza un’alibi ed unico rimasto in casa durante l’assenza dei genitori, è crollato in fase di interrogatorio. 
Portato in caserma, ha infine confessato di aver speso i risparmi della coppia in escort e videopoker.  

Che si sia trattato o meno di una bravata, ora dovrà rispondere del reato di furto.