Ha disinibito il Giappone degli anni ’80.
Un uomo risoluto che ha trasformato tutte le sconfitte più pesanti in opportunità.
Il suo nome era Toru Muranishi.

La sua STORIA, sotto forma di prima Stagione, ISPIRATA A FATTI REALMENTE ACCADUTI, vietata ai minori di 18 anni, ha esordito su Netflix giovedì 8 Agosto 2019.

Trama (senza spoiler) de Il Regista Nudo

Netflix è autore di un omaggio all’imprenditore, regista e attore più tumultuoso del Giappone degli anni ‘80: Tony Muranishi.
“Il più sporco dei vecchi sporchi del settore” come è stata definito nel 1992 dal Tokyo Journal di Kjell Fornander, oggi ha 71 anni ed è l’uomo che ha saputo rivoluzionare l’industria pornografica giapponese.

La sua vita, ricca di episodi avvincenti, diventa trama nella nuova serie originale Netflix tratta dal romanzo di Nobuhiro Motohashi: “Zenra Kantoku Muranishi Toru Den” pubblicato nel 2016 da Ohta Publishing.
10 puntate che ripercorrono l’ascesa al successo e il rovinoso tracollo di un risoluto imprenditore che realizzava video per adulti avviando quello che sarebbe diventato un fiorente settore.

Pioniere di tabù televisivi”, Tony Muranishi osò sfidare le vecchie norme culturali giapponesi sul sesso durante il picco della bolla economica.
Non riuscirono a fermarlo nemmeno i numerosi problemi con la legge che ebbe durante la sua carriera: né le multe, né le condanne, neppure la reclusione in carcere.
Fu l’uomo che cambiò per sempre il concetto di erotismo in Giappone e assieme alla leggendaria attrice porno Kaoru Kuroki raggiunse un’enorme notorietà.

La vera storia di Tony Muranishi

Tony Muranishi è nato il 9 settembre 1948 a Fukushima, in Giappone.
I suoi modesti inizi lavorativi, dopo il diploma, si svolsero a Tokyo dove iniziò a mantenersi vendendo enciclopedie.
Successivamente è stato coinvolto nel mondo dell’editoria e dell’intrattenimento.
Sul finire del 1984 si è unito allo studio Crystal-Eizou, da poco costituitosi, e ha iniziato a dirigere film con loro subito dopo.
Nel settembre 1988 ha lasciato la Crystal-Eizou per avviare la sua azienda, la Diamond Visual.

Secondo Kjell Fornander, la Diamond Visual era “un gigante dei video che portava il porno a nuovi limiti e spesso al di là di essi”.

Nonostante la sua popolarità, la Diamond Visual è fallita nel 1992 con debiti da 5 miliardi di yen (circa $ 40 milioni) e Muranishi ha dovuto cambiare notevolmente il suo stile di vita.

Conosciuto in Giappone come l’ “Imperatore del porno”, Tony Muranishi è stato riconosciuto come uno dei creatori dello stile (quasi)documentario degli AV giapponesi, un genere che ha mantenuto la sua fama nella storia dell’industria degli adulti in Giappone.

Per maggiori dettagli, questa volta, vi rimandiamo alla visione in streaming 😉